News

Il design che non c’è: in casa
Nuova edizione di Il design che non c’è, lanciata nel 2017 da ADI Lombardia per individuare i problemi che si verificano in città, quando il design è assente. L’edizione di quest’anno è rivolta all’ambiente domestico e alla vita in comune del condominio.

“Nonostante la casa sia luogo privilegiato del vivere individuale, dove il design interviene con competenza e pone grande attenzione alla soluzione dei problemi”, spiegano ad ADI Lombardia, “è possibile individuare margini di miglioramento. Un cambiamento sollecitato soprattutto dalle problematiche legate all’ambiente, che costringeranno lo stile di vita occidentale a ripensamenti.”

Per questo ADI Lombardia invita i soci, ma anche architetti, studenti di design e in generale tutti i cittadini a segnalare inviando una fotografia scattata con uno smartphone le abitudini, i problemi e le nuove necessità dell’abitare.

Le immagini dovranno pervenire per e-mail all’indirizzo ildesignchenonce@adi-design.org entro il 31 marzo 2019.

Le immagini saranno raccolte in uno slideshow da proporre durante la Design Week milanese nella sede ADI, al Salone Satellite e in città presso gli showroom che aderiranno all’iniziativa.

Le segnalazioni daranno spunto a un’indagine sullo stato attuale degli stili di comportamento e solleciteranno una riflessione – e possibilmente un intervento – del mondo del design, che cercherà soluzioni attraverso progetti e proposte.

A conclusione del progetto sono in programma una tavola rotonda e la realizzazione di un volume che raccolga i risultati dell’operazione, che verrà diffusa dai canali ADI, sui social media con l’hashtag#ildesignchenonceabitare.




Il design che non c'è 2019 - Abitare: i problemi

Le immagini inviate