News & Press

Milano: una galleria per Anna Ferrieri Castelli
Si inaugura l'11 dicembre, nel nuovo CityLife Shopping District di Milano, una galleria dedicata a Anna Ferrieri Castelli architetto e designer, presidente dell'ADI dal 1969 al 1971.

Il CityLife Shopping District è un'area commerciale dove si sono aperti di recente gli showroom di alcuni dei marchi internazionali più popolari della moda e del cibo. Si trova al centro di Citylife, il quartiere che sorge nell'area occupata in passato dai padiglioni della Fiera di Milano, accanto alla sede attuale di FieraMilano City.

Gli edifici residenziali (progettati da Zaha Hadid e Daniel Libeskind) e i grattacieli (quello di Arata Isozaki e quello della stessa Hadid, cui si aggiungerà una torre di Libeskind) ne fanno uno dei poli milanesi più significativi per l'architettura contemporanea e le grandi opere di ristrutturazione urbana.

L'attività di Anna Ferrieri Castelli (1918-2006, figlia del regista Enzo Ferrieri) si estendeva dal design alla progettazione architettonica e all'urbanistica, al restauro architettonico e alla progettazione espositiva: ancora studente al Politecnico di Milano, collaborò con Franco Albini, e dal 1959 al 1973 fu associata nello studio di Ignazio Gardella.

Ma nel campo del disegno industriale il suo nome è prima di tutto legato al design della plastica e al marchio Kartell, cui le sue opere guadagnarono un posto di primo piano nel panorama del design italiano. Celebri la sedia 4870 (Compasso d'Oro 1987) e i contenitori cilindrici componibili 4970/84. Alla Kartell, dove fu art director dal 1976 al 1987, si occupò anche del settore più tecnico dei contenitori in materiale plastico destinati a usi chimici e farmaceutici. Nel 1994 vinse un altro Compasso d'Oro con le posate Hanna per Sambonet.

Le sue opere più significative, oltre che nei maggiori musei di design di tutto il mondo, sono esposte al Kartell Museo di Noviglio.