News

Design di ogni genere
Un incontro all'ADI di Milano con Stefano Caggiano, autore degli e-book "I generi del design" e "I linguaggi del design". Come considerare design le manifestazioni così diverse per concezione e per espressione che il panorama contemporaneo del progetto ci propone? È legittimo chiamarle tutte "design"? Quali sono le ragioni che orientano ciascun oggetto di design in una direzione espressiva piuttosto che in un'altra?

"Non esiste un solo genere di design, proprio come non esiste un solo genere cinematografico", spiega Caggiano. "Accusare una sedia pensata come una scultura di essere scomoda è allora altrettanto scorretto che accusare un film di fantascienza di essere poco realistico. Il design è un fenomeno eterogeneo, spumeggiante, un gorgoglio di diversificazione che deve essere accolto nella varietà – a volte persino scivolosa – delle sue manifestazioni." Il libro propone non una mappa ma una bussola per navigare fra i diversi modi con cui il design specifica la capacità degli oggetti di significare.

Stefano Caggiano si definisce "design interpreter": uno specialista dei linguaggi del design che si occupa di "come l'estetica degli oggetti esprima i valori di una cultura e di un determinato contesto antropologico, sia in termini conoscitivi che in termini strategici". Collabora con la società di consulenza NextAtlas come trend curator e ricercatore della cultura visiva e progettuale contemporanea, è collaboratore di “Interni” e insegna alla NABA e all'Istituto Marangoni di Milano, alla Libera Università di Bolzano e asll'ISIA di Faenza.

Parlano con lui e con il presidente di ADI Luciano Galimberti della molteplicità dei linguaggi del design contemporaneo Giorgio Biscaro, designer e art director di FontanaArte; Lisa Hockmeyer, storica del design e programma Leader all'istituto Marangoni di Milano; Marco Migliari, designer e consulente per l'innovazione.

 

Stefano Caggiano, I generi del design
26 febbraio, ore 18
ADI Associazione per il Disegno Industriale
via Bramante 29, Milano