News

Design e Mezzogiorno d'Italia
Un confronto tra design, inteso come metafora del progresso, e il Mezzogiorno, come metafora del mancato sviluppo: è il filo conduttore del libro di Renato De Fusco e Raffaella Rosa Rusciano che viene presentato alla Triennale di Milano.

Ne parlano Arturo Dell’Acqua Bellavitis, Giovanni Cutolo, Renato De Fusco, Carlo Forcolini.

Il rapporto tra design e Mezzogiorno è anche storico: il Regno delle Due Sicilie coincide cronologicamente con la Rivoluzione industriale, anzi il Sud talvolta anticipa con i suoi primati quanto avveniva in Inghilterra e in Francia: quello delle Due Sicilie era non solo il più importante Stato italiano, ma il terzo in Europa.

Ma protagonisti del libro sono i personaggi famosi, gli illuministi, le grandi famiglie, il cambiamento e la permanenza di usi e costumi: le vicende e gli umini che portarono il regno meridionale dall’agricoltura all’artigianato e da questo al design, raccontando il fenomeno delle aziende straniere che investivano al Sud, lo sviluppo artistico e culturale di queste regioni (il Liberty nasce a Palermo), il contributo allo sviluppo industriale dei Borbone e quello degli imprenditori siculo-napoletani, la coesistenza di una economia protezionista con un’altra liberista..

 

Renato De Fusco, Raffaella Rosa Rusciano, Design e Mezzogiorno tra storia e metafora, Bari, Progedit, pp. 216, € 22

16 febbraio, ore 18
Triennale Design Museum, Teatro Agorà
v.le Alemagna 6, Milano