News

Forme per carta mano: tappa a Roma
L'11 febbraio la Fondazione Gianfranco Fedrigoni, Istituto Europeo di Storia della Carta e delle Scienze Cartarie di Fabriano, è ospite a Roma dell'ICCD Istituto Centrale per il Catalogo e della Documentazione. Si tratta della seconda tappa di un progetto intitolato "Le forme delle cartiere fabrianesi nella storia della carta occidentale. Dagli antichi mastri modulari ai formisti dell’era industriale" destinato ad approdare a uno studio sulle forme per la fabbricazione della carta a mano.

Già nello scorso novembre 2013 storici, ricercatori, funzionari dell’ICCD e della Soprintendenza ai Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici delle Marche si sono incontrati a Fabriano, nella storica sede delle Cartiere Miliani, per costituire un gruppo di lavoro interdisciplinare che affronterà il tema “forma” dal punto di vista storico, tecnico-scientifico, antropologico epratico. Lo scopo è arricchire le conoscenze della “forma” cartaria come bene culturale, alla sua tutela, conservazione, valorizzazione e fruizione.

Sono stati finora raccolti nel quadro di questa ricerca 1.553 esemplari di “forme” a partire dal 1840, tutti i dati indispensabili ai fini di una catalogazione nel rispetto degli standard catalografici nazionali dettati dall’ICCD, che ha il compito di gestire il Catalogo generale del patrimonio archeologico, architettonico, storico artistico e etnoantropologico nazionale.

L’ICCD ha nominato la Fondazione Gianfranco Fedrigoni Ente Schedatore, cioè organizzatore della campagna di catalogazione nel settore e responsabile della redazione, della digitalizzazione e dell'aggiornamento delle schede di catalogo.