News

Il Compasso d'Oro diventa internazionale
Il Board dell'ICSID è stato ospite di ADI dal 5 al 7 aprile e ha tenuto i suoi lavori nella sede milanese dell'associazione. Sabato 6 aprile due riunioni (di cui una pubblica: il Regional Exchange) hanno coinvolto ADI e ICSID e sono stati occasione di scambio di informazioni e proposte importanti. Tra queste ultime quella, avanzata dall'ADI, di celebrare nel 2015, con la collaborazione di ICSID e di tutte le associazioni che ne fanno parte, la prima edizione internazionale del premio Compasso d'Oro.




Agli incontri erano presenti il presidente in carica Soon-in Lee (Corea del Sud), il “presidente eletto” (che assumerà prossimamente il pieno ruolo effettivo) Brandon Gien (Australia) e tutti i consiglieri: gli statunitensi Michelle Berryman e Bruce Claxton, il turco Alpay Er, il finlandese Tapani Hyvönen, il sudafricano Mugendi M'Rithaa, l'indiana Geetha Narayanan, il giapponese Kohei Nishiyama, il francese Pierre-Yves Panis, il danese Nils Toft. Li accompagnavano, per la segreteria del Board, la Segretaria generale Diliki De Silva e Sarah Brown.

“È stata l’occasione di conoscere le prossime iniziative di ICSID”, spiega la presidente ADI Luisa Bocchietto, “per potervi meglio partecipare in futuro. Abbiamo inoltre colto l’opportunità di presentare i nostri progetti per una maggiore apertura internazionale dell’ADI che coinvolga la futura sede e un’edizione speciale, internazionale del Premio Compasso d'Oro da realizzarsi nel 2015 in occasione di Expo.”

Sono state illustrate anche le riflessioni che stanno maturando all'interno dell'ADI riguardo all’attualizzazione del Design Memorandum, e il progetto di allargare agli altri paesi l'esperienza del Giurì del Design.

Al Board dell’ICSID ADI ha chiesto di contribuire a intensificare i contatti internazionali dell'associazione, in particolare in vista della realizzazione della nuova sede dell'associazione: “Vorremmo che questa futura sede potesse venire considerata, fin d'ora, la vostra 'casa in Italia'”, ha affermato Luisa Bocchietto rivolgendosi ai membri del Board ICSID, “e abbiamo bisogno del vostro aiuto affinché il nostro impegno possa essere di vantaggio per il sistema design in generale.”

Oltre a presentare il progetto dell'internazionalizzazione del Compasso d'Oro, ADI ha offerto infine la propria piena disponibilità a collaborare in tema di definizione dei principi etici del design e di difesa della proprietà intellettuale.

“L’incontro”, conclude Luisa Bocchietto, “ha confermato che ADI è riconosciuta come riferimento di qualità e che il Premio Compasso d'Oro è un esempio ammirato da tutti.”



Fotografie: © 2013, Mimmo Capurso