News

Il design, alla lunga, paga
L'innovazione collegata con il design ha nel tempo effetti positivi sulle vendite: lo conferma una ricerca sul mercato dell'auto e della moto condotta da Gaia Rubera, del Dipartimento di Marketing dell'Università Bocconi di Milano.

Lo studio, pubblicato sulla rivista online "Marketing Science" il 3 ottobre 2014 e citato nella newsletter della Bocconi "Knowledge" da Paola Zanella, analizza le vendite di automobili dal 1978 al 2006 e di motociclette dal 1980 al 2008 negli Stati Uniti.
 
"Usando l’analisi della curva di crescita individuale" spiega Zanella, "Rubera ha scoperto che un maggior livello di innovazione di design porta a un livello minore di vendite all’inizio ma a tassi di crescita maggiori in seguito. Nello specifico, durante i primi tre anni dopo l’introduzione, i modelli di auto/motocicletta vanno meglio se hanno un livello basso di innovazione di design. Nel quarto anno, i modelli presentano vendite simili a prescindere dal tipo di design innovativo. I benefici in termini di maggiori unità vendute per i modelli con un design altamente innovativo diventano evidenti a partire dal quinto anno. Perciò, i manager devono essere pronti a ricevere una fredda accoglienza iniziale per quei prodotti il cui design è profondamente diverso dalla norma. Ritirare il prodotto troppo presto dal mercato farebbe sprecare il potenziale di vendita che caratterizza i prodotti con un design radicale."
 
 
In alto: la veduta posteriore di una Lamborghini Miura P400SV (1971).