News

Noi e le cose
Si apre a Calenzano (presso Firenze) il 19 maggio nell'Aula magna del Design Campus, COS'è - Noi e le cose, festival dedicato alla cultura che fonde tecnica, didattica e divulgazione per comunicare a tutti i visitatori il suo obiettivo: avvicinare ed educare le persone alla cultura delle cose e quindi al design, partendo dai più piccoli per arrivare al pubblico più ampio possibile. Lo organizzano l'Università degli Studi di Firenze e il Comune di Calenzano, con la collaborazione, tra gli altri, di ADI.

Per quattro giorni mostre, laboratori ed eventi – alcuni dedicati alle scuole di ogni fascia di età, altri aperti a tutta la cittadinanza – si alternano nella sede del festival. "Le cose", spiegano gli organizzatori, "popolano le nostre case e talvolta, per il loro numero sempre crescente, quando diventano rifiuti, finiscono per assediarci. Le cose devono dunque essere ripensate: occorre ridare un senso più profondo agli oggetti, ricreare con questi nuovi rapporti affettivi ed allungarne la vita." COSè  ha lo scopo di sensibilizzare all’educazione alle cose, lette come specchio della società.

ADI interviene in particolare con due incontri: venerdì 20 maggio, alle 16.30, nell'Aula Magna del Design Campus di Calenzano, dopo una presentazione delle attività dell'associazione si svolge un incontro con Carlo Bimbi e Christian Theill intitolato Designer vs Designer. Sabato 21 maggio, alle 11.30, alla Biblioteca Civica di Calenzano, Luisa Bocchietto presenta il libro Il ragazzo che trasformava le cose.
 

Il programma completo del festival

Cos'è - Noi e le cose
19 - 22 maggio, Calenzano (Firenze)