News

Onori e oneri
L'Osservatorio permanente del Design ADI discute sui suoi obiettivi e sul percorso (ormai ultradecennale) di ADI Design Index: nato nel 1999 come strumento per la diffusione del valore della qualità nel mondo del design e delle imprese, l'Osservatorio ha affrontato cambiamenti che l'hanno portato a diventare parte integrante del sistema del Premio Compasso d'Oro.

Oggi, grazie al lavoro dell'Osservatorio, ADI Design Index è un punto di riferimento del panorama del progetto italiano. Ma quali sono i nuovi obiettivi da affrontare e i problemi da risolvere nei prossimi anni?

Ne discutono a Milano i membri dell'Osservatorio per trovare soluzioni che rendano  più efficace il lavoro di selezione della qualità dei prodotti. Apre i lavori Luisa Bocchietto, presidente ADI; coordina Maria Cristina Tommasini, curatrice di ADI Design Index.








L'onore e l'onere della scelta
Scenari in trasformazione e il lavoro
dell'Osservatorio permanente del Design ADI

2 febbraio, ore 10.30
ADI. via Bramante 29, Milano



Il programma dei lavori

10:30

Giuliano Simonelli: Criteri di lavoro: valutazioni generali e specifiche, possibile definizione di un modello per la selezione
Evelina Bazzo: Ambiti tematici e categorie di prodotto. Artigianato di design
Patrizia Scarzella: Design sociale e di genere

Osservatorio territoriale Marche Abruzzo Molise: ADI Design Index is on the table

Domande



13:00 : Break



14:00

Lucy Salamanca: Sostenibilità
Armando Bruno: Contract: le qualità proprie di un prodotto destinato alla collettività
Vanni Pasca: Dipartimento generale: tematica ricerca teorico, storico, critica e progetti editoriali
Stefano Maffei: l’emergere del designer-impresa. Ruolo della commissione di garanzia

Domande