News

“Op.cit.”: nuovo editore
Si apre con un articolo di Alessandro Castagnaro dedicato a “Common Ground”, il tema dell'ultima Biennale d'architettura di Venezia, il n. 146, pubblicato dal nuovo editore della rivista: Grafica Elettronica di Napoli.

Nelle pagine dello stesso numero Roberto Pasini commenta il centenario della nascita di Jackson Pollock riassumendo la genesi e la fortuna contmneporanea dell'opera del pittore americano. Pietro Nunziante (nell'articolo “Design: segni del tempo”) colloca il design dal punto di vista disciplinare, sottolineandone la specificità di campo di ricerca all'incrocio da componenti materiali e immateriali, mentre Imma Forino (“Interni d'avanguardia”) analizza i rapporti tra avanguardie storiche del Novecento e Movimento Moderno nel settore dell'architettura d'interni.

La sezione della rivista a cura dell'ADI è invece dedicata al tema dell'autoproduzione: Carlo Forcolini ripercorre le vicende produttive del design italiano degli annui Sessanta e Settanta per rintracciarvi i germi di un atteggiamento che, se oggi è nuovo perle tecnologie che adotta, aveva già salde radici imprenditoriali in molte imprese diq uegli anni.

Infine Stefano Maffei, del Politecnico di Milano, fa il punto sui significati attuali del concetto di autoproduzione, tracciando un panorama della cultura dei fablab nei suoi sviluppi più recenti.


“Op.cit.”
n. 146, gennaio 2013
Grafica Elettronica, Napoli