News

Prodotti e stile di vita: luce e lavoro
Più di 2.000 espositori, un’area superiore ai 200.000 metri quadrati e migliaia di prodotti presentati al mercato in anteprima: il 54° Salone del Mobile si presenta anche quest'anno al mondo come la fiera di riferimento del settore internazionale, in grado di attrarre oltre 300.000 visitatori provenienti da più di 160 paesi.

Milano dal 35° piano del grattacielo CityLife di Arata Isozaki, dove i Saloni 2015 sono stati presentati il 10 febbraio.

Con il Salone Internazionale del Mobile, suddiviso nelle tre tradizionali categorie Classico, Moderno e Design, con il Salone del Complemento d’Arredo e il SaloneSatellite quest’anno è il turno delle manifestazioni biennali Euroluce (pad.  9-11 e 13-15) e Workplace3.0, nuovo nome del salone dedicato all’ambiente di lavoro (pad. 22-24).



Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo e del Salone del Mobile, alla presentazione milanese.

A Euroluce saranno presentate le novità per l’illuminazione da esterni, da interni, industriali, per spettacoli ed eventi, per il settore ospedaliero, per usi speciali; di sistemi di illuminazione, sorgenti luminose e software per le tecnologie della luce. In occasione dell’Anno Internazionale della Luce, proclamato dall’Unesco proprio per il 2015, sarà inoltre realizzata l’installazione-evento Favilla. Ogni luce una voce: un racconto sull'essenza della luce di Attilio Stocchi.

Workplace3.0, dedicato al design e alla tecnologia per la progettazione dello spazio di lavoro nel suo insieme, riunirà le proposte dell’arredamento per ufficio, banche e istituti assicurativi, uffici postali e ambienti pubblici; delle sedute per ufficio e comunità, degli elementi per acustica, delle partizioni interne e dei rivestimenti, dei complementi d'arredamento per ufficio e delle tecnologie audio-video.

Qui un'installazione ideata da Michele De Lucchi, La Passeggiata, ha l’obiettivo di creare un’area in cui presentare proposte e spunti progettuali per vivere lo spazio di lavoro nelle più differenti accezioni: nuove attività e nuovi modi di lavorare generano nuovi spazi e nuove esigenze progettuali. L'ufficio è oggi il luogo insostituibile delle relazioni, degli incontri e del vivere insieme e, dice de Lucchi, "il Salone è anche una mostra di idee, di prodotti sperimentali: ci si va per capire che cosa c'è sotto e dietro i prodotti, per cogliere suggerimenti sullo stile di vitsa anche dai prototipi che non saranno realizzati".

Un secondo evento – In Italy (progetto di Four in the Morning a cura di Dario Curatolo – vedrà protagoniste 64 aziende italiane e un gruppo selezionato di designer, progettisti e architetti che si confronteranno sul tema dei prodotti e della progettazione. Le aziende coinvolte si presentano attraverso un filmato, con il quale lo spettatore part5recipa a un'esplorazione virtuale del saper fare e dell’unicità italiani e del percorso produttivo nascosto dietro ogni oggetto. Il filmato diventerà un’installazione che a sua volta diventerà un'app per esplorare cinque soluzioni – a Lecce, Milano, Roma, Venezia e nella Val d’Orcia – per cinque stili d’interni.

La 18a edizione del SaloneSatellite (pad. 22 e 24) è dedicata al tema Pianeta vita, affine a quello di EXPO: 700 giovani designer selezionati di ogni parte del mondo hanno anche la possibilità di essere selezionati per la 6a edizione del concorso SaloneSatellite Award, che ogni anno premia i tre migliori prototipi relativi alle categorie merceologiche della fiera.




Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia parla del rapporto tra i Saloni e la città.

Anche quest'anno il Comune di Milano, attraverso l’assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo economico, Università e ricerca Cristina Tajani e le scuole di design della città realizzano il Progetto Accoglienza. Il Salone del Mobile predisporrà in città delle postazioni presidiate da cento studenti, che forniranno al pubblico indicazioni sulla mobilità in città, sulla fiera e anche sulle iniziative comprese nel Palinsesto di eventi a Milano predisposto dall’assessorato.

Il Salone del Mobile inoltre è tra i sostenitori della mostra Leonardo 1452-1519, a cura di Pietro C. Marani e Maria Teresa Fiorio, che si aprirà il 15 aprile a Palazzo Reale.

 

Salone del Mobile
14-19 aprile, dalle 9.30 alle 18.30
(sabato e domenica aperto al pubblico)
Fiera Milano Rho