News

SYDA 2012: i vincitori
Un oggetto elettronico componibile per controllare il percorso di gruppi di persone che si muovono insieme per le strade cittadine, in particolare di bambini; uno schermo trasparente che permette di fotografare, comunicare, disegnare e condividere le immagini via web; una “bomboletta spray” digitale per realizzare, in tempo reale e in collegamento con altri luoghi geografici, dei graffiti metropolitani effimeri. Sono i progetti dei giovani designer italiani premiati all'edizione 2012 del Samsung Young Design Award.

Giunto alla sesta edizione, il Samsung Young Designer Award, ideato da Samsung Electronics Italia in collaborazione con ADI, si rivolge agli studenti italiani di Disegno industriale e ai giovani laureati. Nel corso degli anni è diventato un'importante vetrina per i giovani progettisti e un appuntamento consolidato che offre alle nuove leve l'occasione di acquistare visibilità internazionale.

Il tema di questa edizione era Electronics for Urban Mobility: l’elettronica applicata alla vita quotidiana nell’ambiente urbano, con l'ideazione di nuovi prodotti, servizi, sistemi e applicazioni digitali per migliorare la vita cittadina e per incentivare uno stile di vita a basso impatto energetico.

I premiati sono stati selezionati tra 14 finalisti, scelti ta un centinaio di progetti presentati alla prima fase del concorso. 



Gold Award: Arianna, di Vincenzo Occhipinti

 



Sistema per la mobilità infantile che gioca con la necessità di rivitalizzare il territorio urbano e di accrescere la consapevolezza degli spazi cittadini da parte dei più piccoli. Il sistema funziona tramite un’App da utilizzare insieme a speciali “corde digitali” di cui ogni bambino è dotato. Unendo tra loro queste corde i bambini formano una carovana pedonale (sempre guidata da un adulto) e sono in grado di giocare e attraversare il quartiere in totale sicurezza. La forza del progetto è quella di riuscire a coinvolgere l’intera popolazione di una zona, dai bambini, ai genitori, ai commercianti, favorendo l’aggregazione sociale e incentivando la riterritorializzazione dei quartieri.

 




Silver Award: WoWindow di Stefania Solari







Uno schermo trasparente e flessibile che si applica ai finestrini dell’automobile, ed è in grado di mettere in comunicazione l’interno dell’abitacolo con il mondo esterno. Questo schermo, dotato di microcamera, può essere spostato su tutti i tipi di finestra o finestrino, e utilizza diverse tecnologie d’interazione come il touch screen o il riconoscimento dei gesti. Il progetto risulta innovativo per la sua capacità di far comunicare, in modo affascinante e ludico, mondi e realtà solitamente lontane tra loro, come l’interno e l’esterno dell’auto, due diversi veicoli, l’ambiente domestico e il mondo esterno.


 



Bronze Award: D Mark di F2 group 00 - Benedetta Fedele e Pietro Fedele






Ispirato al writing e alla street art, è una sorta di vernice spray digitale. È composto da due elementi: un microproiettore e una “bomboletta digitale” connessi tramite bluetooth. Grazie a un sensore di movimento è possibile disegnare sulle superfici della città tramite il proiettore, senza imbrattare fisicamente gli edifici. L’opera è poi caricabile su social network in tempo reale. D Mark si dimostra un progetto d’ispirazione per le possibili applicazioni in campo di comunicazione e d’aggregazione giovanile all’interno delle città.